RSP CLASSIC 2021:GRANDE SUCCESSO

RSP CLASSICS 2021

Grande successo per la prima edizione della RSP CLASSICS, evento crossistico di caratura internazionale riservato al vintage.

Nel weekend appena trascorso, il rinomato tracciato di Arco di Trento ha ospitato la prima edizione della RSP CLASSIC. Una gara dedicata agli amanti del cross d’epoca che ha raccolto grandi consensi tra i piloti, ma anche tra gli appassionati. Firme illustri del fuoristrada hanno presenziato sul prestigioso impianto “Ciclamino”, innalzando a più riprese l’asticella dello spettacolo. Da Michele Fanton ad Arno Drechsel, passando per Paolo Caramellino, Michele Dal Bosco e Tiziano Peverieri, senza dimenticare l’americano Doug Doubach, fermo però a bordo pista a causa di un infortunio al piede, la magnifica pista trentina ha visto sfidarsi i grandi nomi del cross anni Ottanta e Novanta. Non hanno voluto mancare all’evento Dave King e Patrice Pointendre, organizzatori di prove a carattere internazionale nel settore vintage quali Farleigh Castle e Ahun, che si sono complimentati per l’ottimo svolgimento della manifestazione.

Quasi 200 piloti iscritti divisi nelle varie classi, tra le quali anche quella riservata alle piccole 50 cc. Una classe che ha visto i corridori combattere con grande impeto e determinazione lungo i 1700 metri del tracciato situato a Pietramurata. In questa categoria è stato Stefano Dalla Libera a spuntarla, con una perentoria tripletta che gli ha permesso di precedere sul podio gli olandesi Rob Veldman e Johan Kistemaker. Da rimarcare anche il “Premio Basilio Portelli”, andato nelle mani di Walter Chiappa, miglior pilota Maico nella giornata del sabato nella categoria Twinshock. La coppa è stata poi consegnata a fine giornata da Stefania, figlia dell’indimenticato importatore della Maico. Un momento emozionante e particolarmente sentito, che ha dato la possibilità di tributare il giusto ricordo ad un personaggio cardine del motocross nostrano.

Il grande lavoro dell’organizzatore Guido Zocchi, coadiuvato magnificamente da figure portanti del cross d’epoca quali Stefano Pecora e Franco Rippa, nonché il notevole impegno profuso dal Motoclub Arco, è stato quindi premiato. La manifestazione ha ottenuto un riscontro eccezionale sotto tutti gli aspetti, tanto che si parla già dell’edizione 2022 e delle possibili novità da attuare per continuare a crescere. Il primo passo è stato compiuto e questo importante tassello rappresenta il punto di partenza di un evento destinato a diventare un must per tutto l’intero movimento vintage.

Testo e foto Matteo Portinaro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.