TEAM SM ACTION GAS GAS RACING TEAM YUASA BATTERY PRESS

Il tracciato di Kegums ospita il GP della Lettonia, sesto appuntamento del mondiale motocross. In MX2, Andrea autore di un ottima prima manche, non riesce a riconfermarsi nella seconda. In MXGP, con un quarto ed un nono posto Forato sfiora la ‘top 5’, classificandosi sesto.

A due settimane di distanza dall’ultimo GP, team e piloti del FIM Motocross World Championship si dirigono nel nord dell’Europa per il GP della Lettonia, sul difficile e impegnativo tracciato di Kegums, caratterizzato da un fondo sabbioso ma compatto.

 

Sul tracciato lettone, i portacolori dell’SM Action GasGas Racing Team Yuasa Battery Andrea Adamo #80 (MX2) e Alberto Forato #303 (MXGP) cercano il ‘riscatto’ dopo la sfortunata prova in Trentino, che gli ha visti entrambi penalizzati da un ritiro in gara 2.

 

Nelle due sessioni della MX2 del sabato mattina, Andrea non riesce a trovare il ‘feeling’ giusto con il tracciato; chiude 15° nelle prove libere e 25° nelle cronometrate. Nella classe regina, Alberto è molto più a suo agio sulla dura sabbia lettone e dopo un 5° tempo nelle libere, centra il 10° posto nelle cronometrate.

La gara di qualifica della MX2 vede una discreta partenza di Andrea il quale, dalla 25a posizione in griglia di partenza, si assesta subito come 12°. Per tutta la gara il siciliano amministra la posizione e all’arrivo, taglia il traguardo 11°. Nella classe regina, Alberto è 17° al termine del primo giro ma rapidamente risale attraverso il gruppo e nel secondo passaggio, è già 12°. La progressione del veneto lo porta sino in 11a piazza ma a pochi giri dal termine, cede tre posizioni e si classifica 14°.

La prima manche della MX2 domenica mattina, prende il via sotto la pioggia. Andrea ha un buon avvio e dopo le prime caotiche fasi della corsa, transita 9°. Nei primi giri il pilota GasGas arretra di qualche posizione ma, trovato il suo ritmo, risale attraverso il gruppo approfittando anche degli errori nei quali incappano alcuni avversari che lo precedono. Raggiunta la 6a piazza, Andrea amministra la sua corsa e sul traguardo, si conferma 6°. La seconda manche di Andrea, è fortemente influenzata da una partenza non perfetta. Il siciliano si ritrova 17° al termine del primo giro e tra pioggia e tracciato molto segnato, non riesce a mettere in atto una cospicua rimonta. Raggiunta la 14a piazza, la tiene sino a quattro giri dal termine, per poi arretrare e concludere 17°. A fine giornata, Adamo si classifica 10°; in classifica di campionato, rimane stabile occupando l’8° posto.

Gara 1 della classe MXGP, vede la GasGas #303 guidata da Alberto sbucare nel gruppo di testa dopo la prima curva. Al termine del primo giro il veneto è 6° e trascorsi sette giri, Forato sopravanza il pilota che lo precede facendo il suo ingresso nella ‘top 5’. Nell’ultimo giro, l’errore di un avversario gli consegna un ottimo 4° posto. In gara 2, Forato parte leggermente più arretrato e si ritrova 12° al termine della prima tornata. Rimontate alcune posizioni nel corso dei giri iniziale, si stabilizza in 9a posizione e la tiene sino al traguardo. A fine giornata, viene accreditato del 6° posto di giornata ed in campionato, rimane stabile in 9a posizione.

L’SM Action GasGas Racing Team Yuasa Battery tornerà in pista già il prossimo fine settimana per il secondo round del Campionato Italiano MX Prestige sul tracciato di Ponte a Egola (PI). In toscana saranno sicuramente presenti Federico Tuani #3 e Luca Ruffini #669; in attesa di conferma la presenza di Andrea Adamo #80 e Alberto Forato #303.

Andrea Adamo #80: “Di questo weekend, ne vale solo la prima manche, conclusa con un 6° posto e nonostante un sasso che mi ha rotto gli occhiali sin dai primi giri. Non è stato facile guidare senza occhiali in quelle condizioni perciò sono molto contento. Pensiamo perciò ai soli aspetti positivi e ci prepariamo per la gara di casa.”

Alberto Forato #303: “Il fine settimana è andato bene, soprattutto nella giornata di domenica, con un ottimo 4° posto in gara 1. Nella seconda manche ero già molto stanco ed ho guidato senza esagerare, chiudendo 9°. A fine giornata, mi sono ritrovato 6° assoluto. Continuiamo a lavorare sodo in vista delle prossime gare.”

Testo by Max Serafino – Photo by Davide Messora

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.