MUSQUIN RE DI PARIGI. BRAVO CAIROLI

Era il favorito e ha rispettato i pronostici Marvin Musquin, re di Parigi per la terza volta in carriera. Il francese è stato perfetto dominando le prove e le tre manche.

Alle sue spalle ha chiuso Soubeyras sempre a podio. Poi Brayton e Bogle. Quinto Reed.

Cairoli ha chiuso settimo, ma il risultato non è veritiero. Il siciliano ha chiuso secondo nelle prove ufficiali grazie a un gran giro. Nell prima manche è partito male, è anche caduto e alla fine ha concluso al penultimo posto. Nella seconda manche ha chiuso sesto. Ma nella terza finale, la più importante, è stato bravissimo. Partito bene dalla seconda fila Cairoli si è agganciato al trenino dei migliori. Da metà gara è andato all’attacco e ha conquistato il terzo gradino del podio con un sorpasso duro su Brayton. Bravissimo.

Nella SX2 il favorito Renaux non imbrocca nessuna delle partenze e si deve inchinare a Peters che invece parte sempre al comando, si dà alla fuga e conquista il titolo di Principe di Parigi.

Paura per Febvre. Il francese ha perso la moto sul triplo e si è lanciato in aria abbandonando la moto. È stato portato via in barella e si parla di frattura del femore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.