RSP CLASSIC 2021

Il 25 e 26 Settembre si disputerà ad Arco di Trento la prima attesa edizione del prestigioso evento internazionale dedicato al cross vintage. Sullo storico tracciato “Ciclamino” di Pietramurata si svolgerà l’edizione inaugurale di “RSP Classic”, manifestazione ideata da Guido Zocchi, coadiuvato da figure portanti del motocross d’epoca in Italia quali Franco Rippa e Stefano Pecora, già destinata a diventare un vero e proprio must nel settore. Tre personaggi di spicco che hanno offerto il massimo impegno con l’intento di celebrare la grande passione che lega i campioni del passato e del presente allo sport. Un lavoro incessante che prosegue da mesi, nel tentativo di proporre agli appassionati uno spettacolo degno di nota su un impianto considerato tra i migliori nel panorama mondiale.

Progettato negli anni Trenta, il circuito di Arco di Trento si è affacciato alla ribalta internazionale nel 1987, con la disputa del torneo iridato valevole per la classe 125. Un esordio bagnato dal trionfo tutto italiano formato da Massimo Contini in sella alla Cagiva. Dopo i Campionati del mondo svolti nel 1991, con l’assegnazione della tappa d’apertura del Mondiale della ottavo di litro, e quello della classe 500 appena tre anni più tardi, la pista situata in provincia di Trento è cresciuta esponenzialmente nell’ultimo decennio, consacrandosi in pianta stabile a livello internazionale e diventando una tappa fissa del Campionato del mondo MXGP. Lungo 1700 metri, viene reso costantemente migliore con modifiche mirate scaturite dall’esperienza agonistica ed assicura massima sicurezza tanto per i piloti quanto per il pubblico, con ampie vie di fuga nei punti più insidiosi del tracciato.

Tra poco più di una settimana scenderanno in pista quasi 200 piloti, divisi tra le varie classi presenti, in quello che si prospetta come un weekend ricco di emozioni per i nostalgici dal cuore tassellato. Le stelle presenti saranno numerose e riguardano assi del cross tricolore, ma anche di fama mondiale: dai veneti Michele Fanton e Michele Magarotto, passando per il piemontese Paolo Caramellino (campioni italiani negli anni Ottanta e Novanta), proseguendo con Michele Dal Bosco e Tiziano Peverieri, fino ad arrivare a fuoriclasse del calibro di Arno Drechsel e Doug Dubach. Da sottolineare anche la presenza di Dave King e Patrick Pointendre, rispettivamente organizzatori di rinomati eventi d’epoca come quelli di Farleigh Castle (Inghilterra) e Ahun (Francia).

Per accedere all’evento, aperto al pubblico nel pieno rispetto dei protocolli anti contagio in vigore, occorrerà esibire all’ingresso la Certificazione verde Covid-19. Il costo del biglietto è di 10 euro per la singola giornata oppure di 15 per l’intero fine settimana. L’accesso sarà invece gratuito per gli under 14.

Comunicato Matteo Portinaro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.