NEWS POST SAN DIEGO

Eli Tomac si è lamentato della condotta di gara di Barcia, reo di avere avuto una condotta di gara troppo aggressiva durante il loro rusticano duello. Barcia ha fatto spallucce.

Anderson ha colto il peggior risultato stagionale (14°) a causa di un contatto con Brayton. Il pilota Husqvarna non ha avuto da ridire al riguardo, anzi l’ha presa con filosofia riconoscendo di essere stato lui il primo a entrare duro sul pilota Honda. (v link in basso)

Il segreto di Webb per tornare a vincere? Aggredire le whoops! Il campione in carica ha lavorato tanto con la squadra per venire a capo dei problemi riscontrati nelle prime prove e adesso si sente magnificamente in sella alla sua Ktm. Webb a San Diego inoltre ha adottato una particolare tecnica che gli permetteva di saltare più whoops insieme, utilizzando la prima come rampa. Tecnica che sul finale di gara ha utilizzato anche Cianciarulo.

Il ritorno nelle posizioni i vertice di Plessinger è dovuto a un intenso lavoro di stravolgimento della moto. In particolare Aaron si è avvalso di Ross Maeda per mettere a punto le sospensioni. Peccato per la caduta in gara, ma avrà tempo per rifarsi.

Dall’altro lato del box Yamaha invece Barcia ha lavorato con Ryan Villopoto che gli ha fatto quasi da “coach” anche a San Diego.

Roczen dopo la vittoria nella sua Heat è scomparso in gara. Semplicemente una serata storta. E’ rimasto troppo dietro Barcia e ha perso ritmo.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *