MXGP: IL PUNTO DOPO LA DOPPIA TRASFERTA IN INDONESIA

Dopo il GP di Lombardia avevo già espresso qualche considerazione sulla sfida Cairoli/Herlings ( http://www.mxtribe.com/2018/2018/06/18/cairoli-vs-herlings-qualche-considerazione/) 

La doppia trasferta indonesiana ha sovvertito completamente le mie previsioni. Mi aspettavo un Cairoli capace di recuperare punti e un Herlings in difficoltà e, invece, è andata esattamente al contrario.

Herlings ha infatti riportato una doppia vittoria, allungando in classifica sul siciliano che si è pure infortunato!!!!

L’olandese in realtà non mi ha propriamente smentito. Avevo scritto che prima dell’infortunio alla spalla era in una condizione fisica strepitosa e che al massimo avrebbe sofferto sulla distanza. E’ andata in effetti così, considerato che non ha ucciso, come suo solito, le gare. Quello che non mi aspettavo di sicuro è che si aggiudicasse entrambi i Gp e allungasse in classifica. Chapeau!

Inaspettato anche l’infortunio al pollice patito da Cairoli a Pangkal Pinang, che lo ha molto condizionato nella gara di Semarang. Tony era costretto ad attaccare e aggredire Herlings e in effetti ci ha provato, aggiudicandosi la prima delle 4 manches indonesiane, ma, come accaduto più volte in questa stagione, andando sempre al limite è incappato in diversi errori (con relative cadute) e si è pure infortunato.

Anzi, senza volere assolutamente sminuire l’impresa titanica di Herlings, sono convinto che l’infortunio di Cairoli sia stato ancora più pesante (basti vedere i video delle gare con Tony che abbandona il manubrio e scuote la mano infortunata e le condizioni del suo pollice sulle varie foto che posta sui social).

Lo spunto su questa mia personale considerazione me lo ha fornito un’intervista a Maxmiliam Nagl su Motosprint della scorsa settimana: il tedesco nel 2010 scese in pista appena cinque giorni dopo un infortunio alla clavicola come quello subito da Herlings e arrivò 6° assoluto nel Gp, conquistando ben 30 punti. Nagl racconta che la clavicola bloccata da una placca non gli diede alcun problema, a differenza dei punti di sutura che gli facevano molto male. Aggiunge che Herlings, avendo avuto ben sedici giorni per recuperare e la ferita perfettamente guarita e priva di punti, ovviamente ha affrontato la trasferta in condizioni migliori delle sue all’epoca, per cui non si è stupito più di tanto del risultato di Pangkal Pinang.

Ribadendo assolutamente che di fronte a quello che è stato in grado di fare, mi levo il cappello al cospetto di Herlings, ritengo che l’infortunio di Cairoli abbia comunque avuto conseguenze più pesanti, tanto che il siciliano ha sofferto tantissimo nella seconda tappa indonesiana, come peraltro da lui stesso dichiarato. La sublussazione del pollice è un infortunio davvero bastardo perchè limita tantissimo nella guida un pilota!

Cosa accadrà quindi adesso? Intanto bisogna appurare quali saranno i risultati degli accertamenti medici a cui si sottoporrà Cairoli in questi giorni e sperare che il pollice non sia così malmesso. Un amico medico a cui ho chiesto informazioni mi ha rivelato che nei casi più gravi di sublussazione (o di distorsione) potrebbe addirittura essere necessaria una operazione. Ovviamente tutti ci auguriamo il meglio e speriamo che in queste due settimane Antonio possa recuperare al 100%.

Serve assolutamente un Cairoli integro e in piena forma per provare a battere Herlings, che a Loket sarà ormai al top e pronto a far mangiare la polvere a tutti.

Anche perchè gli altri piloti in gara neanche con i due campionissimi acciaccati riescono a cavare un ragno dal buco….volente o nolente son sempre dietro!!!!!!

In conclusione, se prima la palla era in mano a Cairoli ( vedi link sopra) adesso è tutta nella mani di Herlings. E’ lui che a partire da Loket dovrà approfittare della vulnerabilità del suo principale avversario per mettere il sigillo definitivo a questo campionato.

Sarò smentito anche stavolta? Vedremo. Intanto a Loket  noi di MXTRIBE ci saremo……

Testo e Foto: Daniele Sinatra

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *