GP LETTONIA: ANCORA HERLINGS!

Ancora una doppietta per Herlings che si invola a + 29 in classifica su Cairoli. Il nostro Tonino le ha provate tutte oggi, ma contro un Herlings così in palla c’è stato poco da fare. Neppure due brutte partenze hanno fermato il ciclone olandese che ha recuperato sugli avversari scartandoli come birilli per poi lanciarsi alla caccia del fuggitivo Cairoli, lepre in tutte e due le gare. Obiettivo raggiunto a suon di giri veloci e perentoria doppia vittoria che non lascia scampo agli avversari. Chi fermerà Herlings??

Cairoli dal canto suo non ha nulla da rimproverarsi. Due ottime partenze e poi la fuga nella speranza di rendersi irraggiungibile per il ciclone olandese. Obiettivo purtroppo fallito e due secondi posti conquistati. Sicuramente sperava di concludere il suo 222° Gp con una vittoria e c’è andato vicino, aa onestamente contro un Herlings così c’è poco da fare. Tony di sicuro non molla e non si arrende; sa che la stagione è ancora lunga e che tutto può ancora succedere. Pensare sia impossibile battere Herlings sarebbe da stupidi e ingrati.

DI certo il titolo è un affare tra il duo KTM. Gli altri semplicemente non esistono! Basti pensare che Paulin, terzo in gara due, si è beccato 56 secondi di distacco da Herlings e 50 da Cairoli!!!! Oggi se c’era uno in palla era Romain Febvre, ma purtroppo in gara due il francese ha picchiato duro dopo un contatto con Jasikonis e si è ritirato in preda al dolore tenendosi il braccio. Speriamo nulla di grave per lui. Bene Paulin e consistente il solito Desalle, ma ragazzi, i distacchi che sono stati rifilati oggi dal duo KTM sono imbarazzanti!!!!!

Lupino si conferma il migliore italiano dopo Tony e Monticelli conclude ancora a punti in gara 2.

in Mx2 la sorpresa di giornata è Olsen che vince il GP e spezza l’egemonia della KTM anche nella classe cadetta. In gara uno il danese dopo un bel duello con Jonass ha conquistato meritatamente la vittoria. In gara due si è accontentato del secondo posto dietro Prado, mollando però soltanto alla fine. Prado dal canto suo paga la caduta al primo giro di gara 1 che lo ha costretto a rimontare dal fondo gruppo; rimonta che si è conclusa ai margini della top ten.  Un peccato perchè probabilmente oggi lo spagnolo era il più veloce in pista. Jonass ha un pò deluso, ma nessuno è profeta in patria. In gara 1 ha mollato contro Olsen e in gara due è partito a metà gruppo, concludendo quinto.

Bene gli italiani. Bella prima manche per Bernardini che imbrocca una bella partenza e lotta per la top five fino all’inevitabile calo fisico. Alla fine un ottimo 7° posto, mentre in gara due conclude 14°. Due manche solide per l’eroe russo Cervellin, che chiude ottavo di giornata grazie a un 11° e 8° posto nelle due gare. A punti Anche Furlotti e Lesiardo, mentre nessun punto per Bertuzzi.

Qui gli Highlitghs della gara

https://youtu.be/3ESianMYifQ

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *